ADESSO BASTA!!!!!!!!

Dopo aver ascoltato ieri sera la trasmissione “Non è l’Arena” di Massimo Giletti sulla 7 ritengo di dover fare alcune precisazioni stanca dei continui attacchi che vengono rivolti a Giorgio Almirante.

  • Giorgio Almirante è stato eletto democraticamente alla Camera dei Deputati il 1948 raccogliendo già allora più di 500.000 voti ed insieme a lui sono stati eletti 5 deputati e 1 senatore per poi essere ininterrottamente eletto portando il suo partito alle soglie del 10%.

Almirante è stato votato ed eletto con il vecchio sistema proporzionale dove l’elettore doveva indicare il nome della persona che sceglieva fra una rosa di candidati. Non come oggi che praticamente si è eletti perché il partito decide che devi sedere in un  ramo del Parlamento.

 

  • E’ stato riconosciuto da tutti come colui il quale ha dato un ampio contributo alla vita Parlamentare italiana . Basti ricordare che la Fondazione Camera dei Deputati che pubblica i volumi con gli interventi dei parlamentari, abitualmente edita 2 volumi, nel suo caso invece ne sono stati necessari

 

  • Molti altri parlamentari italiani, come citato in trasmissione, sono stati fascisti fino all’ultima ora, salvo cambiare idea quando il fascismo era caduto e finito. Almirante non ha mai rinnegato la sua partecipazione soprattutto alla Repubblica Sociale Italiana, che, per chi ha studiato la storia è cosa ben diversa dal Fascismo regime. Se avete voglia andate a sentire la bella intervista che Minoli fece ad Almirante per Mixer:  non rinnegò le sue scelte giovanili ma evidenziò con assoluta naturalezza quelli che furono i limiti del fascismo.

 

  • Se poi vogliamo parlare della equazione Almirante – Fascismo dobbiamo arrivare alla conclusione che alcune leggi italiane odierne sono leggi fasciste. Mi spiego meglio :

 

  1. La legge per il voto agli Italiani all’estero è stata presentata alla Camera dei Deputati con il N° 778  il 17 gennaio  1959 primo firmatario Michelini

 

  • La proposta di legge sul Presidenzialismo è stata presentata alla Camera dei Deputati per la prima volta con il N°16 il 12 luglio del 1983 primo firmatario Almirante.

 

  • La proposta di legge per l’elezione diretta del Sindaco e del Presidente della provincia è stata presentata alla Camera dei Deputati per la prima volta con il N° 608 il 6 luglio 1987.

 

Tutte queste proposte sono oggi leggi di Stato ! Quindi? Sono leggi fasciste !!!!!! oppure democratiche?

 

Concludendo Almirante ha fatto le sue scelte legate al momento storico  ed ha traghettato la destra italiana nell’Arco Costituzionale. Ha partecipato alla vita politica italiana ed stato riconosciuto anche dagli avversari più autorevoli come un pilastro della politica italiana.

Basta!! Non è più ammissibile questo  continuo attacco anche a coloro i quali non hanno avuto nulla a che fare con il Fascismo ma hanno l’orgoglio comunque di essere gli eredi  di un partito, il Movimento Sociale Italiano ,che come Almirante non ha nulla di cui vergognarsi.

Ricordiamo le parole di Antonio Di Pietro che dopo Mani Pulite dichiarò: l’unico partito che non è stato coinvolto in nessun caso di tangentopoli  è stato il Movimento Sociale Italiano!.

E allora chi può oggi affermare questo del proprio partito ? Credo nessuno e anche per questo siamo orgogliosi del MSI di Almirante e non sentiamo alcun bisogno di nasconderlo!

Giuliana de’ Medici Almirante

6 commenti
  1. Roberto Falò
    Roberto Falò dice:

    L’On Giorgio Almirante è stato l’esempio più alto della destra italiana che ha sempre lottato per il bene supremo della Patria.

    Rispondi
  2. Giorgio
    Giorgio dice:

    Giorgio Almirante è stato un grande uomoe politico, che riecheggia all’ infinito nel cuore di chi lo ha sempre sentito quando si rivolgeva al popolo..❤️🇮🇹❤️

    Rispondi
  3. Maria Teresa Salustri
    Maria Teresa Salustri dice:

    Condivido pienamente quanto scritto, perché profondamente vero. Invece di fare delle chiacchiere inutili su chi non le merita , parliamo di coloro ( la minuscola è voluta) che nel Movimento Sociale Italiano ci hanno “campato” , per poi rinnegarlo per tenersi la loro poltrona , rinnegando anche l’allora ” Grande Amico Giorgio ” ?

    Rispondi
  4. Nicoletta
    Nicoletta dice:

    Giorgio Almirante è stato l’unico che credeva nel vero sociale, a differenza di molti comunisti che se ne sono sempre riempiti la bocca ma che nulla hanno fatto

    Rispondi
  5. Adriana poli Bortone
    Adriana poli Bortone dice:

    Purtroppo giuliana cara la figura di Almirante non è stata ricirdata e valorizzats nel tempo come sarebbe stato giusto e onesto fare da parte di tutti quei missini cha dal suo insegnamento e dalla sua passione polituca hanno ricevuto dignità forza e ruoli. La Fondazione cui tu e donna Assunta avete (e tu dai sempre) dato l anima non è stata e non è supportata adeguatamente. Da Lui la Destra Italiana ha ricevuto lustro e rispetto. Noi che lo ruccirdiamo con affetto gratutudine ed ammirazione dobbiamo fare quakcisa. Almirante non può essere dimenticato e men che meno illustrato in maniera distorta alle nuive generazioni. Un abbraccio caro. Adriana poli Bortone

    Rispondi
  6. Michele
    Michele dice:

    Avevo 18 anni da poco compiuti….
    Il mio primo voto, in una platea qualificata politicamente scelsi Giorgio Almirante per gli ideali di Patria che erano nei suoi pensieri .
    La scelta fu semplice e oggi a distanza di più di quarant’anni per m’è le sue idee Sono ancora lì.
    Chi cerca di denigrarlo rinnega un passato che è attuale al quale dovremmo ispirarci.
    Giorgio è sempre stato coerente con sé stesso e le sue azioni che non erano nella direzione del consenso immediato ma bensì nella direzione degli interessi di una nazione culla di una civiltà politica sociale esempio per il mondo intero.
    La sua visione della politica era di servizio al popolo non come oggi che è il popolo al suo servizio in una falsa democrazia dove non può neanche. esprimere preferenza sui candidati in un meccanismo Staliniano dove le lobby politiche decidono a priori chi deve partire già in vantaggio.
    È ora di ridare lustro alle sue lungimiranti idee e al M.S.I. applicando alla lettera i sui insegnamenti e la sua visione del futuro che oggi è il presente.
    Riprendiamoci la dignità che la nostra storia , cultura ci ha sempre rappresentati..
    Pensiamo a Giorgio Almiranre come alla luce che deve illuminare le nostre idee e le scelte Politiche.
    .

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *