Nessuno fermerà la musica!

Ieri in Piazza del Popolo a Roma si è tenuta una simulazione pratica di uno spettacolo dal vivo.

In uno scenario magnifico con una serata dal clima dolcissimo, come solo Roma ci regala dopo una giornata di pioggia, si sono esibiti molti artisti come Claudio Lippi, Tony Esposito, Greg, Marcello, Tiziana Rivale, per citarne solo alcuni. Lo spettacolo aveva come platea artisti del calibro di Francesco Pannofino, Ninetto Davoli e Eva Grimaldi ma soprattutto le rappresentanze di tutti gli operatori dello spettacolo che lavorano dietro le quinte ma che sono importantissimi perché senza di loro non si farebbe nulla.

Tutto questo è stato organizzato da Agostino Penna il quale ha voluto mettere in evidenza che oggi, con le dovute e giuste cautele, lo spettacolo dal vivo può riprendere la sua attività. Nel corso delle varie esibizioni Penna ha fatto notare che queste categorie non lavorano da mesi ormai e il Governo non ha prestato alcuna attenzione alle loro difficoltà non erogando nei loro confronti alcun tipo di sostegno. Ma la cosa peggiore è che non si vede alcuna possibilità di riprendere per ora l’attività.

Ecco il perché di questa bella serata che ha dimostrato che si può invece ricominciare.

Molti di voi si chiederanno perché la Fondazione Almirante si occupa del mondo degli artisti e dello spettacolo.

A parte che la Fondazione è sempre attenta alle difficoltà che gli italiani vivono ma il legame con il mondo dell’arte di Almirante era particolare. Veniva da una famiglia di attori e registi di teatro per poi avvicinarsi al cinema come direttori del doppiaggio e doppiatori. Al Teatro Valle di Roma c’è una targa che ricorda la prima rappresentazione dei “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello interpretata dalla compagnia Almirante.

In questo momento di difficoltà generale magari sottovalutiamo o non pensiamo ad alcune categorie che si trovano in grosse difficoltà economiche e che con il loro lavoro mantengono famiglie. Ecco perché un Governo, se tale si vuol farsi chiamare, dovrebbe pensare a 360 gradi ed emanare dei provvedimenti che abbraccino tutti i cittadini senza distinzione alcuna.

I nostri governanti non si stanno rendendo conto che sono seduti su una bomba! Non ci vuole nulla per scatenare una rivolta sociale, gli italiani non ce la fanno più!

Giuliana de’ Medici

Per media sull’evento: https://youmedia.fanpage.it/video/aa/XtrC3OSw1QLiEz7I?ref=wha

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *